Raffaele Milani

Professore di Estetica (Dipartimento di Filosofia, Università degli Studi di Bologna)
Discipline: 
arti, altre

Professore di Estetica presso il Dipartimento di Filosofia nell'Università degli Studi di Bologna, visiting professor in varie università straniere, curatore di molti convegni internazionali. E' stato direttore del Master post lauream in Scienze e progettazione del paesaggio e dell'ambiente (Facoltà di Architettura- Dipartimento di Filosofia, Università di Bologna). E' stato Membro residente dell'Istituto di Studi Avanzati dell'Università di Bologna per due mandati.

Autore di molti saggi e curatore di varie raccolte sul tema del paesaggio e della natura, ha analizzato i rapporti tra bello naturale e bello artistico in un confronto tra barocco, classicismo, rococò e romanticismo in Categorie estetiche (1991) e nel Pittoresco. L'evoluzione del gusto tra classico e romantico (1996), ha chiarito il valore storico e culturale del revival gotico in connessione con il sentimento della paura nel Fascino della paura. L'invenzione del gotico dal rococò al trash (1998), ha indagato le poetiche e le teorie del paesaggio nelle opere artistiche e letterarie in L'arte del paesaggio (2001), ha approfondito  il significato del viaggio nell'opera Il paesaggio è un'avventura. Invito al piacere di viaggiare e di guardare (2005). Alcuni libri e saggi sono stati tradotti in varie lingue. L'ultima sua opera è I volti della grazia. Filosofia arte, natura (2009), uno studio sull'idea dell'arte e del pensiero occidentale dalla sua nascita fino alla fine del Settecento. Presso il Ministero Francese dell'Ambiente è membro della Comitato Scientifico sul progetto dal titolo: "De la connaissance des paysages à l'action paysagère". Dirige la Scuola estiva sul Design industriale (accordo Bologna-Osaka).


PUBBLICAZIONI SULLA SINESTESIA

LIBRI

  1. a cura di,  “Il tema delle corrispondenze artistiche ed il pensiero cosmologico di Etienne Souriau" (pp. 9-54), Introduzione a: E. SOURIAU, La corrispondenza delle arti. Elementi di Estetica Comparata, Alinea, Firenze 1988, pp. 360 (tr. it. di R. M. con l'aggiunta di un atlante fotografico di 62 pp.)

ARTICOLI (E ALTRO)

  1. “Coniugazioni sinestetiche, il film di pittura e l'opera intercodice di Luigi Veronesi”, in Il cinema tra le arti, Mucchi, Modena, 1985, pp. 107-138.
  2. “L'idea di una corrispondenza tra musica e letteratura e l'estetica comparata”, in Rivista di estetica, n. 30, 1989.
  3.  “Una curiosità: il bello sinestetico”, in Le categorie estetiche, Pratiche, Parma, 1991, pp. 65-66.
  4. “Musica e letteratura: l'idea di corrispondenza” in Bologna, la cultura 

    italiana e le letterature straniere contemporanee", Longo, Ravenna 1992 (II vol.), pp. 421-429.

  5. “Intervento sull'estetica comparata”, in Comparazione educativa e i sistemi, La Nuova Italia, Firenze 1992, pp. 64-69.
  6. “L’estetica comparata e il campo delle sinestesie”, in Il Verri, n. 3-4, 1995, pp. 217-232.

  7. The XXth Century, an Age of Transition: from Comparative Aesthetics to Transcultural Aesthetics”, in Frontiers of Transculturality in the Contemporary Aesthetics, Trauben, Torino 2001 (curato insieme a Grazia Marchianò), pp. 407-414.
  8. Elogio dell'arabesco: L'opera dell'arte e il tema della corrispondenza Sensoriale”, in Alberto Caprioli, a cura di, Poesia e musica romantica, BUP, Bologna, 2005 pp. 29-34.

FONTE: Milani (26 apr. 2011)