Logo ControSenso, Percorsi multimediali accessibili per il museo

L’opera scelta per il progetto di accessibilità è Maternità. L’età d’oro di Medardo Rosso, che ha come soggetto l’abbraccio tra una madre e un figlio sorridenti.


La statua è conservata in una teca nel museo della GAM di Milano; è proprio l’inaccessibilità tattile data dalla malleabilità della materia, e anche l’inaccessibilità visiva data dalla teca, che hanno permesso un più ampio margine di progettazione degli artefatti visivi e tattili.

Con l’artefatto visivo, disegnato ad acquerello, si vogliono indagare i sentimenti che suscita la statua, l’unione di queste due figure e la filosofia dell’artista nel lavorare la materia.


Negli artefatti tattili si vuole condurre l’osservatore a esplorare la malleabilità della cera e alle varie forme mutevoli che può assumere in base alla superficie su cui viene applicata e alla lavorazione.

Il disegno ad acquerello è ripreso dal video accessibile Sentire la materia e rappresenta un vascello sulle onde del mare atlantico, come citato nel testo del video.Il disegno ad acquerello è ripreso dal video accessibile Sentire la materia e rappresenta le mani dell’artista che modellano una massa sferica di cera per plasmarla e renderla una nuova opera d’arte.Il disegno ad acquerello è ripreso dal video accessibile Sentire la materia e rappresenta Medardo rosso seduto su uno sgabello nel suo studio intento a realizzare un busto di uomo.La fotografia rappresenta il modello 3D riproduzione della statua Maternità di Medardo Rosso, realizzato con filamento d’oro e ricoperto di cera d’api per riprendere il materiale della statua originale.La fotografia rappresentail particolare delle due bocche della madre e del figlio della riproduzione 3D della statua Maternità di Medardo Rosso, realizzato con filamento d’oro e ricoperto di cera d’api per riprendere il materiale della statua originale.

Studenti: Alessandro Carbone, Sara Corradi, Gianluca Delledonne, Chiara Piccinno, Patricia Vanz Gibellato